METALOGO è un associazione artistico culturale con un esperienza sul corpo sociale, di circa vent’anni, il suo obiettivo è quello di promuovere in veste critica, la cultura dello spettacolo e la formazioni dei nuovi soggetti interpreti.
Nella definizione del “cos’è” data da G.Bateson: il metalogo è una conversazione su un argomento problematico… appunto!!! … Questa conversazione dovrebbe esser tale da rendere rilevanti non solo gli interventi dei partecipanti, ma la struttura stessa dello stesso dibattito… metafora epistemologica!!! …così com’è stato espresso dallo scienziato filosofo ,lo studio…”riguarda il fatto che due organismi per giocare devono emettere il segnale, ‘questo e’ un gioco?. E allora ci rendiamo conto che questo tipo di segnale, la metacomunicazione, cioe’ il messaggio che riguarda un messaggio, fara’ sempre parte della comunicazione”…
(un progetto ad uso e consumo e-compatibile della conoscenza);
a questo allego messaggio o continuo a digitare un massaggio all’ego … ora qui ed in noi, si può ricreare un ludico laboratorio pedagogico del teatro praticato nei luoghi dove si gioca a fare sul serio (per imparare ad imparare),
A : domanda, come un logo delle umane scienze, corrispondesse ad un idea d’informazione spettacolare;
B: risponde, con un metalogo;
… perchè come vuole l’educazione, “i nostri studi dovrebbero essere ispirati da un motivo piu’ antico, ma oggi molto disatteso,la curiosita’ sul mondo di cui facciamo parte. La ricompensa di tale lavoro non e’ il potere, ma la bellezza” …altri tre puntini di sospensione…come pausa … non sapere…perchè maestro?… “se avessimo abbastanza esempi di inespresso, potremmo cominciare a costruire una nuova definizione di ‘sacro'”.


COMPAGNIA ELEKTRA (compagnia dell’associazione) ha riformulato  dopo quindici anni di attività un idea del corpo di ballo e di coreutica nelle terre della Grecia Salentina contemporanea con  un singolare percorso di studi che partendo dalla formazione di un identità locale ha dato vita ad un laboratorio di ricerca espressiva che attinge dal vissuto degli interpreti nella prospettiva di una  nuova  cultura delle arti del corpo .

La compagnia  si presenta con un organico danzatori, la cui formazione ha le sue radici nel balletto classico e nella danza contemporanea. Il linguaggio del corpo coniugato al patrimonio emotivo dei singoli interpreti sono i versi distintivi della ricerca artistica che interpreta  nella sua spazialità rappresentativa il movimento della cultura  contemporanea. Il gruppo si avvale della collaborazione di giovani compositori, coreografi, video maker e di webdesigner che contribuiscono a supportare l’interattività nell’idea del laboratorio artigianale e che ne fanno uno dei gruppi più ammirati operanti a sud.

Repertorio spettacoli

Il duca bianco -1995  Medusa -1996  Tina Hampton -1997  Racconti di ampiezza sonora-1998  Le transit -2000 

No Tikets -2001  Dual band -2002  She is-2003

Superfluo -2004  Tutto in ballo -2006  Sette – 2007   Quarantotto -2008